Il cammino della Chiesa di Roma

Il cammino della Chiesa di Roma

28 Febbraio 2022

La Chiesa che è in Roma, guidata dal suo Vescovo Papa Francesco, ha intrapreso in comunione con tutte le Chiese il cammino sinodale diocesano.  “Un dinamismo di ascolto reciproco” ricordava il Papa nell’incontro con la Diocesi il 18 settembre 2021. Un ascolto che la Chiesa di Roma aveva già sostenuto nel difficile tempo della pandemia. L’opportunità del cammino sinodale, come tempo favorevole e di grazia, ci sollecita a tenere pronte le nostre orecchie, nel percepire in tutto il popolo di Dio “la voce di silenzio” nella quale lo Spirito parla durante lo scorrere ordinario dei giorni. Ed è in questo feriale ed umano avvicendarsi del tempo che la sinodalità, “espressione della natura ecclesiale”, dà forma allo “stile” e alla “missione” della Chiesa.
Dopo l’inaugurazione del percorso per tutte le Diocesi d’Italia, il Cardinale Vicario Angelo De Donatis, ha costituito l’Équipe sinodale diocesana, formata da due Referenti, da un gruppo di Vescovi ausiliari, da laici, sacerdoti e consacrate rappresentanti le varie realtà ecclesiali della Diocesi. Un luogo dove costruire in modo artigianale la sinodalità, ponendosi in ascolto della Diocesi e facendosi compagni di strada sullo stile evangelico di Gesù con i discepoli di Emmaus (Lc 24, 13-35).
Per questo le équipe pastorali che sono state costituite nelle parrocchie insieme agli organismi di partecipazione, sono chiamate a “custodire il fuoco” del cammino sinodale. Sostenuta dalla Parola di Gesù che invita a “fare attenzione dunque a come ascoltate” (Lc 8,18), la Diocesi di Roma, ha raccolto, in alcune Linee guida per l’itinerario diocesano, la modalità di proseguire l’ascolto che è “cuore di ogni sinodalità”.
Questo materiale e tutti gli aggiornamenti sul percorso intrapreso sono disponibili alla pagina web specificamente dedicata al cammino sinodale della Diocesi di Roma (https://www.diocesidiroma.it/homepagesinodo/).
La proposta evangelica dalla quale è parso naturale partire è la Parola delle otto Beatitudini, “specchio della Chiesa”. Le linee guida, oltre ad una serie di documenti sulla sinodalità, propongono schede bibliche e domande per “l’ascolto intra-ecclesiale”. Una seconda parte operativa, presenta indicazioni di metodo con alcune domande per “l’ascolto extra-ecclesiale”. Si tratta di uno strumento offerto alla creatività di quanti vorranno tendere l’orecchio alla Parola e rispondere alla domanda fondamentale: “Cosa oggi lo Spirito dice alla Chiesa?”.
Alle équipe pastorali e a tutte le realtà in cammino sinodale viene, inoltre, offerto mensilmente il sostegno formativo di una trasmissione televisiva diocesana.  A partire dai diversi personaggi biblici, sono state individuate alcune tipologie di persone da ascoltare: giovani, anziani, famiglie, poveri, esclusi ecc. Attraverso piccoli video si desidera riflette su come il popolo di Dio si senta ascoltato e su come metta in atto l’ascolto. Le testimoniate riportate, in un dialogo fatto in studio, sono illuminate dalla Parola di Dio.
Consapevoli che l’esperienza sinodale è prima di tutto ricerca di un’evangelica concordia realizzata anche attraverso un’ampia consultazione del popolo di Dio, l’équipe diocesana ha proposto e costituito una Rete di preghiera a fondamento e sostegno del cammino sinodale. Tale orazione accompagnerà l’intero processo ecclesiale, considerato un atto profondamente spirituale. Dalle parrocchie, monasteri, comunità religiose, movimenti, gruppi laicali, ammalati, persino poveri e bambini, si è avviata una preghiera di intercessione affinché, con l’aiuto di Maria Salus Populi Romani, si realizzi quanto invocato nella preghiera sinodale “Adsumus, Sancte Spiritus”: non sia lesa la giustizia, non ci si discosti dalla verità né ci si “renda parziali” ma si possa essere una sola cosa nello Spirito Santo.
Il 9 gennaio 2022 il Cardinale Vicario, nella Basilica Lateranense ha conferito speciale mandato di preghiera alle diverse realtà ecclesiali radunate per aderire a tale iniziativa.

 

 

VADEMECUM SCHEDE BIBLICHE